Democrazia e Sviluppo - Il Blog

Posts Tagged ‘#ciriguarda’

La politica #ciriguarda

In #MT2015 - #MT2019, Politica lucana on September 28, 2015 at 11:50 am

Lascio la Leopolda materana, come è stata subito etichettata (ma impropriamente, perchè al contrario della kermesse fiorentina, qui non c’erano leader da incensare, piuttosto energie da raccogliere e rinnovare), con la domanda emersa dal tavolo di confronto su politica e comunicazione, coordinato dalla direttrice di (fu) YouDem Chiara Geloni: si possono vincere le elezioni dicendo la verità?

La risposta immediata da parte di tutti è stata “vogliamo credere che sia possibile“. Ma gli sguardi non erano convintissimi, ripensando alla nostra storia recente, al berlusconismo, al renzismo e a caricature locali più o meno vicine ai modelli originari. Però è forse la risposta naturale, e certo l’unica possibile, per un gruppo di ragazzi e di ragazze che si rifanno a ideali e valori democratici. Di sinistra, se proprio vogliamo osare una bestemmia.

Poi il pensiero va alla Grecia, e a Tsipras, che per non correre il rischio di governare piantando i piedi sopra una menzogna, a quel “Syriza non firmerà mai il memorandum dell’Europa” quando poi ha dovuto farlo, ha però sciolto il Parlamento ed è tornato alle urne, raccontando al popolo la verità: che è stato fregato, in buona sostanza, e che non se l’è sentita di correre il concreto rischio che un pensionato greco si ritrovasse con un pugno di dracme avvizzite dalla svalutazione, tre giorni dopo aver riscosso la pensione. E il popolo gli ha ridato fiducia. Se è successo in Grecia, allora sì, forse è possibile non rassegnarsi a vivere la politica come una bugia.

Anche a Matera abbiamo di recente affrontato una campagna elettorale, correndo l’insano rischio di dire la verità alla gente. E però l’abbiamo persa. Forse perchè abbiamo detto che non era tutto da buttare via, in pieno clima generale da rottamazione (fasulla, peraltro). Abbiamo detto che sì, alcuni aspetti della gestione cittadina andavano curati meglio, alcuni problemi affrontati, alcune questioni risolte definitivamente; ma che la vittoria di Matera2019, ci offriva adesso spazio e soprattutto risorse per farlo. Abbiamo detto che avremmo potuto sfruttare questa occasione per attirare investimenti su cultura e turismo certo, ma anche per attività manifatturiere, servizi, e soprattutto infrastrutture, continuando l’infaticabile opera di apertura e coinvolgimento nel nostro progetto dell’intera regione, ed estendendo ora l’abbraccio al Mezzogiorno, e all’Italia intera, della quale saremo ambasciatori in Europa tra quattro anni. E niente, i cittadini non ci hanno creduto. E così adesso corriamo il rischio di vivere l’appuntamento solo come un grande evento, che certo aumenterà per un po’ la luce dei riflettori sulla nostra città, ma soprattutto consentirà agli amministratori di distribuire a pioggia un po’ di soldi per ingraziare o ringraziare. Il rischio c’è, lo vediamo già oggi.

Ma i cittadini non ci hanno creduto. Forse non siamo stati bravi a comunicare. Forse non siamo stati pienamente credibili. O forse eravamo deboli politicamente, e avremmo perso comunque.

Ma ieri si è ripartiti col piede giusto (apertura, condivisione, partecipazione, confronto) da dove ci eravamo lasciati. Da quella foto colorata della giunta promessa, fatta da giovani capaci e preparati. Abbiamo detto la verità anche su questo, che sarebbe stato un grande cambiamento, e oggi quel cambiamento proviamo comunque a costruirlo.

La comunicazione politica di oggi produce e racconta storie. Alla fine, votando, non scegliamo tra visioni e valori diversi, ma solo la storia raccontata meglio, o più vicina al nostro sentire.

Ecco, credo sia ora che una nuova generazione smetta di chiedersi quale storia scegliere, e prenda invece carta e penna, e la propria storia cominci a scriversela da sola.

Per questo, e per tanto altro che verrà, il futuro, la politica, tutto #ciriguarda.

Close