Close

Democrazia e Sviluppo - Il Blog

Posts Tagged ‘Nino Carella’

Ciao ciao PD

In Politica lucana, Ritratti on February 24, 2017 at 6:56 am

Caro segretario,
gli ultimi sono stati quattro anni molto intensi, da quando ho deciso di iscrivermi e partecipare più da vicino alla politica cittadina e nazionale.

Serbavo nel cuore l’idea che l’impegno di tanti potesse riportare il partito nel quale ero cresciuto e al quale avevo creduto, nell’alveo più naturale in cui dovrebbe collocarsi, smarcandosi da metodi e modelli che nulla avevano a che fare con il ruolo di rappresentanza degli interessi dei cittadini, di elaborazione di una proposta politica di sintesi tra le diverse posizioni, di selezione di nuove classi dirigenti. 

In questi anni ho sostenuto tutte le iniziative e i provvedimenti che mi sbravano andassero nella stessa direzione che auspicavo, senza mai appiattirmi acriticamente sulla posizione di un singolo o di una singola componente, o del mio partito solo per fedeltà alla bandiera. Ho sostenuto il nostro circolo nella decisione di una giusta riconferma del sindaco Adduce, pur se usciva evidentemente fuori da accordi precostituiti dei quali rifiutavo la validità e l’importanza, e la bontà di quella battaglia per il bene ed il futuro di Matera è stata capita in pieno forse solo adesso, quando è a tutti evidente la stasi che la città, e noi con lei, sta soffrendo. Ho sempre difeso la città e il Partito, senza mai perdere il diritto e la voglia di criticare quel che non mi piaceva, e di adoperarmi per quanto possibile per cambiarlo.

Il mio ringraziamento va a te, che mentre il resto della Regione e del Paese chiudeva circoli e pensiero, hai almeno provato a rinverdire una partecipazione e un confronto aperto, evidentemente ritenuto superfluo e obsoleto rispetto ai nostri tempi veloci e pratici.

Tuttavia, alla luce degli ultimi avvenimenti, non posso più non vedere che il Partito Democratico ha perso totalmente e irrecuperabilmente la sua identità. E con essa si è smarrito ogni mio residuo entusiasmo riformista. Ogni sforzo ulteriore sarebbe un inutile accanimento terapeutico.

Sono pertanto a consegnarti le mie dimissioni da componente della segreteria, della direzione cittadina e dell’ufficio per il tesseramento, augurandomi di poter presto tornare a lavorare insieme ai tanti amici e compagni che in questo tempo ho avuto il piacere di incontrare ed apprezzare, perchè la politica ritorni ad essere (di nuovo) il motore del cambiamento che vorremmo vedere nel mondo.

Con stima ed amicizia,
Nino Carella

Matera&Sviluppo scende in campo. Nino Carella candidato sindaco

In #MT2015 - #MT2019 on April 1, 2015 at 9:14 am

Adduce, De Ruggieri, Tortorelli.

Praticamente le primarie del centrosinistra si terranno nelle urne. E, forse, è meglio così.

Ci siamo almeno evitati l’immondo spettacolo di truppe cammellate costrette a testa bassa a portare riverenza per tenere in vita la fiammella di una promessa. Di coalizioni tenute insieme con lo scotch, e frantumate dallo scontro muscolare.

Rivendichiamo la nostra posizione di indipendenza e non subalternità, che rivendichiamo con forza e con orgoglio. Perché ce la siamo cercata, costruita e ritagliata, con rinunce dolorose, mantenendo sempre dritta la barra della coerenza anche di fronte ai più tristi balletti della politica e dei politicanti, sempre in cerca di nuovi posizionamenti. E le seconde linee sono anche peggiori delle prime.

E’ a questa politica che ci siamo ribellati, decidendo di impegnarci direttamente invece di ingrossare le fila della rassegnazione, ed è questa politica che combattiamo, anche quando fosse in casa nostra. Anzi, con forza anche maggiore.

Per questi motivi riteniamo di dover esprimere una nostra posizione autonoma, e comunichiamo pertanto che alle amministrative 2015 scenderemo direttamente in campo con una nostra lista e con NINO CARELLA candidato sindaco.

Perchè il cambiamento sia vero e profondo.

Maurizio Landini, Matera, e la nuova sinistra.

In Chicchirichì!, Politica Italiana on March 14, 2015 at 8:24 am

Abbiamo visto nascere la storia. O, almeno, una storia: il tentativo più concreto ed autorevole di dare spazio e rappresentanza ad una vasta area di elettori senza più dimora fissa.

E’ successo mercoledì scorso a Matera, all’iniziativa “Lavoro, si fa per dire”, organizzata dall’associazione Statuto dei Lavoratori.it in collaborazione con il blog democraziaesviluppo.it.

Solite analisi corrette, solite parole orecchiabili, solite rivendicazioni trite e ritrite. Ma anche una speranza.

Potrete leggerne qui, o visualizzarle in questo breve video: una puntata speciale della nostra nuova rubrica “Chicchirichì” che racconta l’evento e quell’ultima, fondamentale, domanda….