Close

Democrazia e Sviluppo - Il Blog

Sorpresa, a Matera i turisti aumentano.

In #MT2015 - #MT2019 on September 15, 2016 at 3:44 pm

In questi ultimi tempi si sono diffusi timori di una crisi dei flussi turistici a Matera.

Un timore dovuto certo all’immobilismo di un’amministrazione comunale che ha deciso di vivere della rendita di notorietà accumulata in passato, frutto della complicità di investimenti pubblici e privati che sembra essersi smarrita; timore legato forse anche all’aumentata offerta di alloggi e ristoranti in città e nei dintorni, nonché ad un certo pessimismo cosmico di base che è parte del dna del materano, che si prepara al peggio pur sperando nel meglio.

Nella mancanza totale di dati relativi al flusso turistico da parte dell’Apt (gravissimo, datevi una svegliata, che è una vergogna), si é andati di chiacchiericcio e stime empiriche, basati sulle risultanze delle principali OTA (agenzie di viaggio online) che mostravano in piena stagione un tasso di occupazione ben minore di quello di altre città concorrenti.

Ed è sempre empirico il dato che segue, ma di segno completamente opposto.

Da premettere che nel comunicare quotidianamente alla Questura il dato relativo alle presenze turistiche, si riceve una conferma con numerazione progressiva. Una nota struttura ricettiva della città di Matera ci ha gentilmente inviato il dato relativo alla stessa giornata di quest’anno e dell’anno scorso. Non sembrerebbero esserci dubbi: il 13 agosto 2015 la conferma di ricezione era la numero 16.646;

tw1

nel 2016, sempre il 13 agosto, eravamo già alla numero 25.348. Ben 9.000 “schedine alloggiati” inviate in più, quasi il 50% di aumento nello stesso periodo!

tw2

Alcune precisazioni.

Dalle informazioni che abbiamo sul funzionamento del servizio alloggiati della Questura, la lettura del dato potrebbe essere meno immediata (quantomeno meno proporzionale) di quanto sembri: infatti, ad esempio, il dato riguarda l’intera provincia e non solo la città capoluogo.

Inoltre è sempre ipotizzabile che l’aumento del numero di schedine denunciate alla Questura rappresenti più un’emersione dal sommerso di strutture in passato più o meno abusive, che un aumento reale delle presenze (ma sarebbe comunque un dato positivo).

Infine, dal momento che una singola ricevuta può riflettere l’invio da 1  a “n” schedine (pertanto una casa vacanza con 2 posti letto e un albergo con 150 avrebbero a fine giornata una sola ricevuta a testa), è ancora possibile che l’aumento esponenziale di micro strutture ricettive abbia lavorato a favore di una parcellizzazione dell’ospitalità, e che pertanto l’aumento del numero di registrazioni al portale della polizia potrebbe essere legato a questo.

Tuttavia, sebbene sia difficle dare un dato preciso, e si debba quindi attendere la conferma degli enti preposti per le riflessioni del caso, l’aumento è talmente clamoroso ed evidente – per quanto non debitamente percepito – che ci sentiamo di poter dire che anche quest’anno Matera dovrebbe aver registrato un aumento dei visitatori complessivi.

Si potrebbe parlare poi a lungo della “qualità” dei visitatori, del ritorno sul territorio, quindi del target raccolto (stimolato ormai solo da eventi quali Capodanni trash e Notti Bianche old style e malriuscite), delle polemiche idiote del nostro Sindaco #vecchiodentro con il dinamico ed energico Governatore della Puglia (regione che al contrario nostro sta investendo molto su turismo e infrastrutture, ed è certo più probabile che sia Matera ad intercettare occasionalmente i visitatori pugliesi, e non viceversa), oppure della mancanza di visione complessiva della Regione Basilicata e della città sul tema, che potrebbe rallentare una corsa che al momento sembra proseguire senza intoppi, e sicuramente proseguirà – nonostante tutto e tutti – almeno fino al 2019.

Dopo? si vedrà.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *