Close

Democrazia e Sviluppo - Il Blog

Se a Matera avessimo un sindaco

In #MT2015 - #MT2019 on July 19, 2016 at 9:21 am

Il Sole 24 ore fa un’analisi impietosa della situazione a Matera: improvvisazione, approssimazione, abusivismo, spartizioni in corso, divisioni profonde tra maggioranza e opposizione e nella maggioranza stessa.

Da tempo le riunioni della Fondazione Matera-Basilicata 2019 si tengono a Potenza. È più comodo per tutti, dicono, nulla di più. Talmente comodo che stanno valutando l’idea di spostare a Potenza pure il prossimo Capodanno Rai.

Pare anche che invitata a ospitare il G7 finanziario l’anno prossimo, si sia respinta al mittente questa ghiotta opportunità di una vetrina (realmente) internazionale. 

La città si sveglia così, stamattina, in un neanche troppo caldo martedì di estate. 

Eppure, se avessimo un sindaco, e se questo sindaco amasse la città perdutamente come dice di amare, riunirebbe oggi stesso il consiglio comunale e direbbe: “amici, così non si può andare avanti”. 

Farebbe l’appello per capire se ci sono i numeri per metter su un governo serio e competente, di buona volontà. Ricucirebbe lo strappo con l’altra metà della città, che invece si allarga sempre più ad ogni borioso comunicato stampa, ad ogni errore politico, ad ogni orrore amministrativo. 

Serve un’azione straordinaria, in tempi straordinari. Bisogna far saltare gli schemi, e buttare la palla avanti.

Se a Matera ci fosse un sindaco, di certo prenderebbe il telefono, comporrebbe lo 0971 e dichiarerebbe il suo ammutinamento al padrone regionale che lo ha messo lì e che gli tira i fili. “Mi dispiace” gli direbbe, “ma non posso correre il rischio di passare alla Storia come il peggiore amministratore della città. E la città non può correre il rischio di non passare alla Storia. Questa è la sua occasione”. Poi metterebbe giù, senza neanche attendere la risposta.

Per il bene della città, sindaco De Ruggieri. Prenda in mano la cornetta. 

Non è ancora troppo tardi. E tutta la città lo aspetta.

[Foto: Mario Scalcione]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *