Close

Democrazia e Sviluppo - Il Blog

La voce del padrone

In Uncategorized on November 13, 2015 at 3:56 pm

image

Possibile che dell’ultimo scandalo al Comune, la misteriosa delibera che assegna in custodia temporanea un prestigioso immobile dei Sassi (Patrimonio dell’umanità, non del Comune) ad un neonata associazione ambientalista facente capo ad alcuni esponenti politici locali della stessa maggioranza che gestisce il Comune, non ci sia traccia sulla principale TV locale materana? Eppure le passate amministrazioni furono messe in croce per molto meno…

Possibile che la redazione del tg locale in onda h24 abbia ritenuto non rilevante la cosa? Possibile che nessuna rubrica della suddetta tv locale (che so: cuccuruccu, ad esempio) abbia sentito il prurito di andare a chiarire la vicenda con i protagonisti interessati, ficcando loro un microfono sotto il naso ? Possibile che mentre la parte della città informata discuteva dell’opportunità della svelata commistione tra ruoli pubblici e privati che sembra caratterizzare l’azione dei nostri governanti, TRM mandasse in onda una tranquillizzante intervista all’assessore Amenta, parte in causa della vicenda, su qualunque altro argomento dello scibile umano, meno che questo?

Eppure è così. I cittadini materani possono quindi conoscere la notizia solo leggendo i giornali o i contenuti online. La tv, invece, tace. E mi pare siamo ben oltre la legittima scelta di linea editoriale, visto che la vicenda ha scatenato notevoli reazioni politiche e centinaia di commenti sui social.

Il silenzio di TRM sarà il riflesso del silenzio del sindaco, che sulla questione non ha al momento ancora rilasciato alcun dichiarazione ufficiale? Ma che TRM è diventata un’estensione dell’ufficio stampa del sindaco? E Giordano che fa, riassetta la scrivania del primo cittadino? E dove sono tutti quelli che mormoravano di un presunto “circolo degli amici” e ora tacciono di fronte al palesarsi di un circolo ancora più chiuso, affamato ed agguerrito?

Attacca il ciuccio dove vuole il padrone, recita un vecchio adagio contadino materano.

Si vede che il padrone, per ora, non vuole che si attacchi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *