Close

Democrazia e Sviluppo - Il Blog

Matera, De Ruggieri e il primo Consiglio Comunale.

In Uncategorized on June 30, 2015 at 10:26 am

image

Primo consiglio comunale a Matera.

Adduce conferma in aula che il sindaco De Ruggieri nei giorni scorsi lo ha chiamato, riferendogli la sua (nobile) intenzione di proporlo quale Presidente del Consiglio, per aprire una stagione di riappacificazione e collaborazione con tutte le forze attive della città.

Ma De Ruggieri è costretto ad ammettere che non glielo hanno lasciato fare.

La domanda allora sorge spontanea: quante altre cose che vorrà fare, non gliele lasceranno fare?

Matera – come previsto peraltro – appare già ferma e ingessata da veti e diktat interni alla sua eterogenea maggioranza.

Come testimoniato anche dalla mancanza di quadratura, 16 giorni dopo le elezioni, sui nomi della giunta…

E non è una buona notizia: il 2019 si avvicina, e la strada che ci porterà a questa fondamentale scadenza non potrà essere lastricata solo di buone intenzioni.

  1. Articolo interessante. Peccato dimenticare che il primo consiglio comunale dell’amministrazione precedente fu convocata il 4 maggio, ossia 22 giorni dopo la proclamazione dell’allora sindaco Salvatore Adduce. E la scorsa presidente del Consiglio Comunale, Brunella Massenzio, fu votata solo alla quarta votazione. Dopo le prime due, la seduta comunale fu sciolta per mancanza del numero legale.

    • E’ stato infatti ricordato in seduta di fronte alla richiesta della maggioranza all’opposizione di votare il proprio candidato (lol, corso di diritto amministrativo urgesi). E 5 anni fa fu predentata la giunta nei tempi richuesti dalla normativa. Qui nemmeno l’ombra. E non eravamo ancora capitale.

      • La giunta fu presentata il 4 maggio, giorno della stessa seduta e 22 giorni dopo l’elezione. Forse non ha seguito le votazioni di 5 anni fa. Prima del voto, Antezza, Paradiso, Taratufolo e Tralli lasciano l’aula prima della votazione. E facevano parte della maggioranza! Prima votazione annullata per mancanza della vidimazione del segretario e fatta annullare dal consigliere di minoranza Cosola. Seconda votazione Massenzio 16, Toto 10, Cotugno 4. Bianche 5. Non metto in dubbio che Tortorelli non sia stato eletto oggi, ma la maggioranza ha dato dimostrazione di essere compatta. 21 su 21 in due elezioni. 5 anni fa non è stato così!

        • Vero. Quindi non si capisce perché chiedere il soccorso rosso dell’opposizione. E comunque poco c’entra con la proposta di De Ruggieri bocciata (all’unanimità) dalla sua stessa maggioranza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *